You are here: Home » Casa » Sicurezza in Casa, conviene installare un antifurto

Sicurezza in Casa, conviene installare un antifurto

La casa è il nostro nido. Il posto che ci da’ sicurezza, che ci protegge, dove riposiamo. Dovrebbe essere l’ambiente più intimo che ci sia, per questo deve essere anche inviolabile, un luogo il cui accesso sia garantito solo a noi e ai nostri familiari. I sistemi di sicurezza servono proprio a questo, a garantire che nessuno possa entrare nei nostri spazi.

Questo è il periodo ideale per installarne uno perchè il Giverno, grazie al decreto Salva Italia, ha previsto detrazioni fiscali del 50% (spesa massima di 96mila euro) a chi acquista un sistema d’allarme (comprese porte blindate e cancelletti per le finestre) fino al 30 giugno 2013 (successivamente scenderanno al 36%). Ma le agevolazioni non finiscono qui: c’è anche l’Iva agevolata al 10% per i prodotti acquistati a tale scopo (sicurezza) , ma solo su una parte delle spese sostenute relative alla differenza tra costo totale e spese per il bene significativo.

Quali sono le caratteristiche di un antifurto per la casa:

un sistema d’allarme è composto dalle seguenti componenti:

-centralina: il cuore del sistema. Solitamente installata vicino l’ingresso principale comanda tutti i componenti dell’ allarme. Possiede una tastierina numerica per l’attivazione-disattivazione ed un combinatore telefonico, un apparecchio collegato alla linea fissa del telefono o ad una sim che invia una chiamata ad un numero predefinito in caso di allarme;

-sirena: c’è la parte visiva e quella acustica. Si installa sul balcone. L’allarme visivo servirà alle forze dell’ ordine per individuare la casa sotto “attacco” da parte dei malintenzionati, quella acustica serve per allarmare i vicini e far fuggire i ladri;

-telecamere: servono per videosorvegliare una zona a noi inaccessibile. Le più sofisticate sono dotate di “motion detector” un sensore che si attiva in caso di passaggio di essere umani in una determinata zona. Ciò fa scattare un allarme. Le telecamere, connesse ad Inernet, inviano una mail con la foto della zona sorvegliati;

-sensori perimetrali; vengono installati fuori, nel giardino o balcone e creano una barriera ad infrarossi che se valicata da un essere umano fa scattare l’allarme;

-sensori antiscasso: vengono installati su porte e finestre e mandano un impulso di allarme alla centralina in caso di tentato scasso o intrusione;

Per maggiori informazioni: http://www.impianto-antifurto.com/

Detrazioni fiscali: http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Richiedere/Agevolazioni/DetrRistrEdil36/SchInfoDetrRistrEdil36/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *